Frutta e verdura per migliorare non solo la salute ma anche l'umore

13.02.2013 14:39

La frutta e la verdura contengono preziose sostanze capaci di offrire numerosi benefici alla salute per la prevenzione di malattie e tumori.

Ma uno studio neozelandese ha scoperto che mangiare questo tipo di alimenti può influenzare positivamente anche l’umore. I ricercatori dell’Università di Otago hanno arruolato 281 giovani di vent’anni ai quali è stato chiesto di annotare tutto ciò che mangiavano durante la giornata e di dare un giudizio sui loro stati d’animo quotidiani per tre settimane.

Come spiegato dalla ricercatrice che ha coordinato lo studio, Bonnie White, è emerso che nei giorni in cui i ragazzi riferivano di aver mangiato maggiori quantità di frutta e verdura gli aggettivi utilizzati per definire i propri stati d’animo erano, in media, maggiormente positivi. In questi giorni, i giovani riportavano di sentirsi più ottimisti e più carichi di energia positiva.

Incrociando i dati raccolti, gli studiosi sono anche stati in grado di classificare i frutti e gli ortaggi in base alla loro capacità di influenzare lo stato d’animo: ad esempio le mele e i kiwi sembrano fornire una significativa dose di energia mentre carote e zucchine avrebbero un effetto rilassante. A conferma della capacità degli ortaggi di agire sull’umore e sul benessere psicologico arriva anche un’altra ricerca, pubblicata su Psychosomatic Medicine, che ha analizzato circa mille persone tra i 25 e i 74 anni.

Julia Boehm della Harvard School oh Public Health ha scoperto che ad una maggiore concentrazione di carotenoidi nel sangue corrisponde anche un maggiore ottimismo. I ricercatori nordamericani hanno analizzato i livelli di 9 sostanze antiossidanti nel sangue dei volontari e hanno concluso che nei giorni in cui le concentrazioni di carotenoidi erano più elevate le persone riferivano di sentirsi più ottimiste ed energiche.

E chi aveva livelli ematici di carotenoidi inferiori (corrispondenti a meno di 2 porzioni di frutta o verdura) era meno ottimista. Secondo la ricercatrice è possibile che gli antiossidanti svolgano un’azione anti-stress piuttosto sostenuta, ma è anche possibile che le persone più ottimiste ed energiche siano maggiormente inclini a condurre uno stile di vita sano.

E a quanti credono che raggiungere le canoniche 5 porzioni di frutta e verdura al giorno sia alquanto difficile, i ricercatori rispondono che in realtà si possono assumere anche fino a 9 porzioni se si considerano le verdure che possono essere utilizzate per la preparazione di sughi per condire la pasta o per accompagnare la carne e il pesce.

Da Paginemediche.it